Mostra "Salvador Dalì: un artista, un genio"

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

 

Il Complesso del Vittoriano in collaborazione con la Fundaciò Gala-Salvador Dalì di Figueres presenta una esaustiva e divertente mostra antologica dedicata a Salvador Dalì.

L'allestimento è molto moderno e il tema dell'esposizione monografica è la vita e l'attività artistica di Salvador Dalì pittore, designer e artista creativo a 360 gradi, nonchè il suo rapporto con il nostro paese.

La mostra si apre con una sala scura illuminata solo da video che si attivano in sequenza casuale e mostrano Dalì che parla ed espone i suoi capolavori o in generale le sue teorie artistiche, offrendosi direttamente al suo pubblico ed agli spettatori.

Ci sono numerose foto, riviste d'epoca che ricordano mostre ed eventi a cui Salvador e Gala parteciparono, numerosi disegni e tavole, i suoi quadri surrealisti (Autoritratto molle con pancetta fritta, "Angelus" architettonico di Millet, Dematerializzazione vicino al naso di Nerone, Lo spettro del Sex Appeal, Eclissi ed osmosi vegetale, La Madonna di Port Lligat) ma anche sculture (Busto di donna retrospettivo), ed oggetti di design (come il famoso divano-labbra di Mae West, le bottiglie Rosso Antico, gli oggetti "surrealisticamente inutili" per Alessi, il profumo), i costumi e le scenografie per spettacoli teatrali (Rosalinda o Come vi piace) e balletti.

Amò molto l'Italia (sono documentati da foto e video i suoi viaggi a Venezia, Roma, la visita al giardino di Bomarzo),  studiò l'arte italiana (Autoritratto con collo di Raffaello, Elefante con obelisco) ed entrò in contatto con grandi personaggi come Luchino Visconti e Federico Fellini.

Infine chiude la grande mostra monografica il cortometraggio Destino realizzato con Walt Disney.

Un percorso interessante ed inconsueto per entrare in contatto con uno degli artisti più irriverenti e anticonformisti del XX secolo in cui arte e vita si sono inscindibilmente fuse!